Andando a Keto? Ecco le donne di One Time Of Month dovrebbero mangiare più carboidrati

0
51

La dieta chetogenica , un approccio a basso contenuto di carboidrati, grassi e moderato contenuto proteico, continua a guadagnare vapore con testimonianze di significativa perdita di peso, chiarezza mentale, infiammazione ridotta e altro ancora. Come praticante di medicina funzionale che cerca di affrontare le cause alla radice delle condizioni croniche, uso spesso la dieta chetogenica con donne e uomini per i benefici di cui sopra e per addolcire l’umore e ridurre l’ansia .

Nel mio libro The Anti-Anxiety Diet , condivido il modo in cui i chetoni hanno la capacità di attraversare la barriera emato-encefalica per ridurre lo stress ossidativo nel cervello, supportando la segnalazione ottimale dei neurotrasmettitori e influenzando direttamente il GABA , un potente neurotrasmettitore inibitorio che riduce la lotta o risposta al volo, che serve a fornire un effetto anti-ansia di messa a terra.

Detto questo, in alcuni individui – e in particolare tra le donne che sono stressate e / o che hanno una percentuale di grasso corporeo inferiore – una dieta keto a lungo termine può causare squilibri nel corpo che neutralizzano alcuni di questi benefici. La buona notizia: questo può essere evitato o risolto incorporando qualcosa chiamato cicliche carb nella tua dieta keto.

Qui, copro perché il keto può portare a squilibri ormonali problematici in alcune persone e il modo semplice (e soddisfacente) di riportare il corpo in equilibrio attraverso il ciclo del carboidrato.

Andando a Keto? Ecco le donne di One Time Of Month dovrebbero mangiare più carboidrati

In primo luogo, devi capire che il keto è un fattore di stress sul corpo.

Mentre keto può essere una bacchetta magica per il metabolismo e l’umore, può anche gettarti in uno stato di squilibrio se non stai attento. Questo perché tecnicamente è un fattore stressante per il tuo corpo e contribuisce al tuo carico allostatico complessivo – l’impatto cumulativo degli stressori, sia fisiologici che mentali, sulla funzione ormonale e regolatrice del corpo.

In molti individui sani, il fatto che il keto sia un fattore stressante di solito è buono e spesso salutare – dopotutto, oltre a keto, molte pratiche di promozione della salute (es. Esercizio fisico, digiuno intermittente, uso di una sauna) sono anche stressanti e, come così, aiuta il corpo a diventare più resistente nel tempo. Ma quando il tuo carico allostatico diventa troppo grande, ad esempio, sei stressato cronicamente, dormi poco, pratichi un digiuno intermittente e segui una dieta keto, il tuo corpo viene semplicemente sovraccaricato e possono verificarsi squilibri ormonali .

Keto può influenzare positivamente o negativamente gli ormoni, a seconda del carico di stress complessivo.

La dieta chetogenica generalmente ha un impatto favorevole sugli ormoni. Caso in questione: la resistenza all’insulina è spesso vista con uno squilibrio ormonale , ma una riduzione dei carboidrati nella dieta aiuta a ridurre i livelli di insulina nel corpo e quindi supporta la sensibilità all’insulina, che può aiutare a prevenire o invertire il diabete. Inoltre, gli ormoni sono prodotti da grassi, quindi una dieta ricca di grassi aiuta nella produzione di ormoni. Questo è il motivo per cui molte persone vedono risultati fantastici utilizzando una dieta chetogenica per supportare la PCOS , l’amenorrea ipotalamica e l’ inertilità .

Oltre alla produzione di insulina e ormoni sessuali, la leptina, un ormone della sazietà e della regolazione metabolica, è influenzata dalla dieta chetogenica. La leptina prodotta dalle cellule adipose e nell’intestino tenue in risposta al consumo di grassi aiuta a sopprimere l’appetito, e questa è una delle ragioni principali per cui molte persone in keto vedono una significativa riduzione della fame e delle voglie . La leptina ha anche un impatto sui neurotrasmettitori eccitatori nel cervello, servendo come uno dei meccanismi con cui la dieta chetogenica riduce l’attività convulsiva e l’ansia.

Keto può influenzare positivamente o negativamente gli ormoni, a seconda del carico di stress complessivo.

La leptina può essere vista in eccesso negli individui obesi e sovrappeso e, a livelli elevati, i segnali della leptina diventano resistenti, il che può innescare un eccesso di cibo. La dieta chetogenica, che include il consumo alimentare di grassi e supporta la mobilizzazione del grasso corporeo nella produzione di chetoni, ridurrà naturalmente i livelli di leptina, favorendo una segnalazione ottimale della leptina in individui sovrappeso che erano precedentemente in uno stato di resistenza alla leptina, che può aiutare frenare la fame.

Tuttavia, gli individui con una percentuale di grasso corporeo bassa o che stanno stressando eccessivamente il corpo con richieste mentali, restrizione calorica, digiuno intermittente o esercizio eccessivo, aumentano il carico allostatico e si posizionano verso livelli di leptina in calo- che, nel tempo, può causare ansia, insonnia e fame. E poiché la leptina ha un’influenza significativa sulla tiroide e le ovaie, gli individui con ipotiroidismo e le donne mestruate che conducono uno stile di vita stressante che non portano grasso corporeo extra, sono particolarmente sensibili agli squilibri di leptina quando entrano in chetosi. Questo può interferire con la produzione di ormoni tiroidei, eliminare il ciclo di una donna e sopprimere la produzione di ormoni.

Quando è troppo bassa, la leptina richiede un’ondata di glucosio seguita dall’insulina per dire al corpo che viene adeguatamente nutrito e, infine, “sicuro”, supportando il passaggio a una sana funzione regolatoria rispetto alla modalità di sopravvivenza reattiva. La buona notizia: questo può essere realizzato con il ciclo di carboidrati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here